Il F.A.Me. a POTENZA con PAESAGGI DA SET

Il Festival Appennino Mediterraneo – F.A.ME. continua fino a Natale e arriva anche nel capoluogo di regione, con uno spettacolo  dal titolo “PAESAGGI DA SET”, un RECITAL PER DUE CHITARRE E VOCE che sarà un viaggio tra luoghi, immagini e musica attraverso le colonne sonore di grandi film.

In collaborazione con la Cooperativa sociale VENERE, che gestisce il parco Baden Powel, il Concerto di Natale sarà a POTENZA IL 19 DICEMBRE 2023, nel Teatro Principe di Piemonte alle ore 19.30. 

L’INGRESSO E’ GRATUITO ma è necessaria la prenotazione dei biglietti presso il bar di Parco Baden Powell. 

Tel. 0971 1652186   – Mail: venerecooperativapz@gmail.com

A fine spettacolo seguirà un brindisi di auguri


 

Esecutori: ANTONELLA TATULLI, Soprano
MIRROR GUITAR DUOALFONSO D’AVINO Chitarra, PIETRO SANTARSIERO Chitarra

 

Il programma è interamente dedicato a colonne sonore celebri del cinema, divenute parte integrante della storia della musica internazionale. La scelta è ricaduta su brani pluripremiati con i massimi riconoscimenti nel mondo della musica e della cinematografia come la colonna sonora de “Il postino” di L. Bacalov, di “Lezioni di piano” di M. Nyman, sino a “Speravo fosse amore, invece era un calesse” di P. Daniele e molto altro, tutti capaci di evocare meravigliosi paesaggi montani, marini, collinari che nel percorso diventano “luoghi dell’anima”.
Due strumenti simmetrici, le note scavate nelle viscere delle chitarre. Un repertorio variopinto e una voce in perfetta armonia con gli accordi. La scelta di colonne sonore per un programma musicale di intrattenimento garantisce l’apprezzamento da parte del pubblico per molteplici ragioni. La vastità del repertorio disponibile consente agli artisti di proporre scelte all’insegna della varietà, brani dalla grande valenza emotiva e di enorme carica introspettiva, ritmi e temi coinvolgenti, allegri ed entusiasmanti. L’elemento della notorietà del repertorio scelto garantisce l’attiva “partecipazione” del pubblico che conosce e “riconosce” i brani che ascolta sviluppando un istintivo coinvolgimento nell’esperienza di ascolto.
L’organico proposto è estremamente duttile ed adattabile a svariati luoghi e contesti anche grazie ad arrangiamenti originali elaborati dal Mirror guitar Duo, che prevedono l’utilizzo di altre tipologie di chitarre.
I brani sono storicamente contestualizzati e arricchiti da un’ampia scelta di immagini tratte dagli stessi film.

Iscriviti alla newsletter

Leggi la Privacy Policy

Aggiungi un commento

quattro × 2 =